Sede di Napoli - Via Duomo,109
Sede di Casoria - Via G.Marconi, 36
info@sirioaja.it
Numero verde 081450434

28
Mag

Smokey Eyes: storia di un make-up di successo

Lo Smokey eyes è sicuramente uno dei tipi di make-up più amati e apprezzati dalle donne.

L’effetto sfumatura ottenuto mette in evidenza il colore degli occhi, ridefinendo il taglio e valorizzando le ciglia. Questa tecnica di trucco dona luce all’interno viso, valorizzando i colori, i lineamenti, la bellezza della donna.

Lo Smokey Eyes è adatto a tutte le donne, donando sensualità e profondità allo sguardo e defindendo l’apprezzata forma a mandorla all’occhio.

Quando nasce lo Smokey Eyes?

Lo Smokey Eyes affonda le proprie radici molto lontano nella storia, precisamene intorno al 4000 a.C, anni in cui i Sumeri avevano l’usanza di marcare i proprio occhi con il colore nero.

Questa tendenza era molto diffuda in tutta l’area della Mesopotamia e dell’Egitto. Proprio gli Egiziani, infatti, rappresentano la prima popolazione al mondo ad aver creato una sorta di liena cosmetica.

Questi antichi popoli macinavano il bruciato di mandorle con il piompo, il rame e la cenereuna per ottenere una polvere dallo scuro colore da applicare sull’occhio. Ciò delineava uno sguardo a mandorla, già al tempo considerato come sinonimo di bellezza e elaganza.

Lo Smokey Eyes negli anni ’20

Dopo la nascita, lo Smokey Eyes fu abbandonando per poi tornare prepotentemente di moda negli anni ’20. È proprio in questo periodo storico che l’effetto prodotto dalla tecnica dello Smokey Eyes si avvicina in modo maggiore al proprio nome (in italiano “Occhio Fumante“).

Negli anni ’20 le donne tendevano a schiarisci il colore del viso attraverso la polvere di riso, gli occhi, truccati con la tecnica dello smokey eyes,  apparivano quasi maliconici e in netto contrasto di colori col viso. L’angolo esterno dell’occhio, sfumato verso il basso confermava ancor di più questa sensazione visiva.

L’obiettivo era ottenere un trucco più aristocratico.

Lo Smokey Eyes negli anno ’80

In questo periodo storico dove il trucco rappresenta sempre più uno strumento espressivo davvero potente, anche l’intesità dello Smokey Eyes aumenta. Ogni donna inizia a marcare in maniera decisa i propri occhi con eyeliner e ombretti dal colore blu, verde e viola.

Spesso gli ombretti usati erano del tipo brillante.

Lo Smokey Eyes negli anni ’90

Gli anni ’90 decretano il massimo successo per lo Smokey Eyes. Le donne iniziano a tralasciare il trucco delle labbra per dare più spazio a quello degli occhi.

Vengono utilizzati colori molto scuri come il nero e il grigio antracite.